Weird Focus on Karin Tidbeck

 

Karin Tidbeck è una delle più interessanti voci emergenti nel panorama weird europeo.

1425651828607

La sua prima raccolta, Vem är Arvid Pekon? [“Chi è Arvid Pekon?”] risale al 2010, mentre nel 2012 approda al mercato di lingua inglese con la raccolta Jagannath, che riscuote un immediato successo, e con cui vince il Crawford Award 2013.

Nello stesso anno esce in Svezia il romanzo distopico Amatka.
Il suo racconto “Moonstruck” (“Colpo di luna”, in Nuovi Incubi, Hypnos 2015) è finalista al British Fantasy Award 2014, ed è incluso sia nell’Year’s Best Dark Fantasy and Horror 2014 che nell’Year’s Best Weird Fiction dello stesso anno.

 

 

 

karintidbeck_cropped-300x300

La narrativa di Karin Tidbeck, caratterizzata da un profondo studio dell’essere umano, catapultato in situazioni estreme e costretto a un confronto con le proprie paure più profonde, si distingue sia per l’originalità che per il carattere squisitamente weird. Situazioni spesso paradossali, enigmatiche portano i protagonisti a interrogarsi sulla propria esistenza, come nel bizzarro “The Aunts”, in cui le tre protagoniste si ritrovano in un eterno loop di rigenerazione e autofagia.

È possibile leggere un suo racconto on line, “A Call to Arms for Deceased Authors’ Rights” a questo indirizzo.

Sito ufficiale http://www.karintidbeck.com

 

But everyone loves a fresh corpse. The author has an upswing, and agencies and publishers have a brief window in which they can make a profit on readers making mourning purchases. That’s the whole business concept.

 

4394928Karin Tidbeck is one of the most interesting voices in the europena panorama of modern weird.
Her first anthology, Vem är Arvid Pekon? [“Chi è Arvid Pekon?”] dates back to 2010, and in 2012 she lands to the english speaking market with the anthology Jagannath, a fast success and the winner of the Crawford Award in 2013.
In that same year, the dystopic novel Amatka is published in Sweden.
Her short story “Moonstruck” (“Colpo di luna”, in Nuovi Incubi, Hypnos 2015) is one of the finalists at 2014’s British Fantasy Award and it is included in Year’s Best Dark Fantasy and Horror 2014 and also in Year’s Best Weird Fiction of the same year.

Karin Tidbeck’s fiction portrays a kind of humanity that is forced to face its own deep fears, while trying to struggle with extreme situations.
Tidbeck’s style is deeply original and genuinely weird.

Paradoxes, enigmas, strange situations lead the characters to a path of self-discovery, like in the bizzarre “The Aunts”, where the three main characters, all female, find thereselves in an eternal loop of regeneration and autophagy.

You can read one of Tidbeck’s stories online, “A Call to Arms for Deceased Authors’ Rights” at this link.

Official website http://www.karintidbeck.com

Annunci

Pubblicato il 26 gennaio 2016, in Cultura, Culture, Letteratura, Literature con tag , , , , , , , , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. 1 Commento.

  1. I am regular visitor, how are you everybody? This post posted at this web site is
    genuinely good.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: